GRANDI CONSENSI PER CAVAEDIUM. LO SPECIALE DI COMUNICATELLA

Ha riscosso consensi unanimi di critica e di pubblico la I Edizione di Cavaedium, il Festival di Teatro e di Arte nei Cortili svoltosi lo scorso fine settimana nel cuore del centro storico di Sant’Arpino.

La kermesse ideata ed organizzata da Vittorio Errico e Edoardo Di Sarno ha visto l’esibizione di numerosi attori, registi anche di fama nazionalie. Ospiti di prestigio della kermesse sono stati Massimo Andrei ed Antonio Iavazzo. Alla manifestazione, sostenuta e patrocinata da Francesco Capone, sono accorse centinaia di persone che per una sera hanno fatto rivivere il magnifico mondo della fabuale e della commedia dell’arte sulla Ferrumma.

Di seguito lo speciale di Comunicatella, con le immagini più significative degli spettacoli, e le interviste a Massimo Andrei, Antonio Iavazzo e alla Presidente di Rinascita Santarpinese, Loredana Di Monte, una delle associazioni, insieme alla Pro Loco ed alla Rassegna Nazionale di Teatro Scuola “PulciNellaMente” che ha contribuito alla realizzazione di Cavaedium.

Guarda il video: Cavaedium 2014

Comunicato stampa – 10 luglio 2014

SANT’ARPINO Tutto pronto per la festa della commedia dell’arte a Sant’Arpino. Domani alle 21:00 in Via Luigi Compagnone, la c.d. Ferrumma, a Sant’Arpino si terrà, infatti, “Cavaedium”.

Tantissimi gli ospiti della kermesse la cui direzione artistica del Festival Cavaedium è affidata a Vittorio Errico, ed il cui organizzatore generale è Edoardo Di Sarno.

Il gran finale sarà affidato all’attore e regista partenopeo Massimo Andrei che proporrà il suo Fiabesca. Un’opera che si prefigge l’intento di parlare poeticamente di modelli sbagliati, di vetrine impossibili, di una città chiacchierona, viziata, madre e matrigna, che riporta lentamente all’origine dell’intrattenimento, alla fiaba, al cunto popolare… all’origine del teatro: un uomo che racconta, che parla ad altri uomini mmièze a nu curtile, mmièze a nu palazzo, mmièze a gente. In FIABESCA c’è il “cattivo” con il naso lungo e chi lo accompagna musicalmente (sempre con il naso lungo) e il “narratore buono”. Entrambi si muovono tra materiali antropologici di Annibale Ruccello e di Massimo Andrei.

Prima dell’esibizione di Andrei ci saranno monologhi di registi ed attori quali Antonio Iavazzo, Francesca Gammella, Angelo Perotta, Carmine Losanno, Angelo Rotunno, Claudio Orsino, Vincenzo De Marco, Luigi Leone e Giovanni Arciprete.

L’evento, che e sostenuto e patrocinato da Francesco Capone, vedrà anche l’esibizione del gruppo musicale “Brigan” e l’installazione “Scarti di Luna “ dell’reuse-artist Oreste Plazza.

Cavaedium, che si avvale delle partnership della Rassegna Nazionale di Teatro Scuola PulciNellaMente, dell’ associazione Rinascita Santarpinese e della locale Pro Loco, si propone l’obiettivo “di dare il proprio contributo al rilancio ed alla rinascita del centro storico, allargando questo concetto non solo a quello della Piazza Umberto I. Un Festival di Teatro ed Arte nei cortili, grazie al quale porteremo l’ars recitatoria a persone che abitualmente non masticano di teatro. Un’esperienza unica e diversa resa possibile grazie al sostegno di quanti ci hanno creduto sin dall’inizio a cominciare dall’amico Francesco Capone, che con entusiasmo non ha lesinato energie e sforzi affinché questo sogno potesse concretizzarsi”.

È possibile conoscere il programma dettagliato di Cavaedium e scoprire tutti i segreti del Festival collegandosi al sito www.cavaedium.it

Comunicato stampa del 7 luglio 2014

SANT’ARPINO Il teatro, la commedia dell’arte, gli attori, i registi si riappropriano dei luoghi natii. Giovedì 10 luglio alle ore 21:00 in Via Luigi Compagnone, la c.d. Ferrumma, a Sant’Arpino si terrà la I edizione del Festival di Teatro ed Arte nei cortili. In quella che è l’unica arteria emersa risalente all’antica Atella, prenderà vita un’esperienza unica ed innovativa con spettacoli itineranti che si svolgeranno nelle corti degli antichissimi palazzi che costeggiano la strada.

La direzione artistica del Festival Cavaedium è affidata Vittorio Errico,a mentre l’organizzazione generale è curata da Edoardo Di Sarno.

Sostenuta e realizzata grazie all’apporto di Francesco Capone, la kermesse vedrà la partecipazione di registri ed attori di fama nazionale a cominciare da Massimo Andrei che proporrà il suo Fiabesca. Prevista anche la presenza di registi quali Antonio Iavazzo, Francesca Gammella, Angelo Perotta, Carmine Losanno e degli attori Angelo Rotunno, Claudio Orsino, Vincenzo De Marco, Luigi Leone e Giovanni Arciprete.

L’evento, che si avvale delle partnership della Rassegna Nazionale di Teatro Scuola PulciNellaMente, dell’ associazione Rinascita Santarpinese e della locale Pro Loco, vedrà l’intervento musicale dei “Brigan” e l’installazione “Scarti di Luna “ dell’reuse-artist Oreste Plazza.

“Cavaedium- dichiara il direttore artistico Vittorio Errico- nasce dalla volontà di dare il proprio contributo al rilancio ed alla rinascita del centro storico. Molto spesso, purtroppo, per centro storico si intende erroneamente la solo piazza principale, dimenticandosi di altri luoghi altrettanto importanti e simbolici a cominciare proprio da Via Luigi Compagnone, la c.d. Ferrumma, che costituisce una viva testimonianza della storia locale a partire dall’antica Atella per arrivare ai giorni nostri. Per questo nasce questo Festival di Teatro ed Arte nei cortili, grazie al quale porteremo l’ars recitatoria a persone che abitualmente non masticano di teatro. Alterneremo monologhi, piéce, teatro-danza nei vari palazzi in un vero e proprio crescendo che culminerà con lo spettacolo di Massimo Andrei, attore e regista partenopeo noto ed amato dal grande pubblico per essere stato al fianco di grandi autori quali Carlo Giuffré, Peppe Barra e Vincenzo Salemme.

Insomma un’esperienza unica e diversa resa possibile grazie al sostegno di quanti ci hanno creduto sin dall’inizio a cominciare dall’amico Francesco Capone, che con entusiasmo non ha lesinato energie e sforzi affinché questo sogno potesse concretizzarsi.

Grazie anche ai partner di prestigio che saranno al nostro fianco a cominciare da PulciNellaMente con il direttore Elpidio Iorio, l’associazione Rinascita Santarpinese e la sua presidentessa Loredana Di Monte e la Pro Loco cittadina e nello specifico il presidente onorario Giuseppe Dell’Aversana.

Un grazie- chiosa Vittorio Errico- che estendo ovviamente a registi, attori, ed artisti che si esibiranno per i santarpinesi in uno scenario suggestivo e che farà compiere a chi lo vorrà un viaggio nei sogni e nella memoria!”.

È possibile conoscere il programma dettagliato di Cavaedium e scoprire tutti i segreti del Festival collegandosi al sito www.cavaedium.it

Cos’è Cavaedium

Il teatro a casa delle persone, la riscoperta delle nostre radici. Questa la mission del festival di teatro e arte nei cortili.

Uno scenario fatto di quotidianità, come quello dei cortili del centro storico di Sant’Arpino, fa da cornice all’evento che unisce il teatro alle persone. Un evento popolare fatto per chi non si è mai avvicinato all’arte teatrale e performativa molto spesso reputato un mondo ermetico e inarrivabile. Spinti dall’esigenza di sfatare l’aspetto criptico del mondo teatrale i registi e gli interpreti lavorano a stretto contatto con gli spettatori, abbattendo quel muro invisibile che molto spesso si alza tra il boccascena, la macchinosa entità delle attrezzature elettroniche e la platea.Attore e pubblico. A legarli soltanto la voce e il profumo di quegli ambienti, che una volta facevano da nido alle vecchie tradizioni e usanze.

Un tuffo nella terra e nella tradizione, ascoltando le mille storie di uomini di avventure, dal sapore popolare. Un evento per tutti senza dimenticare da dove veniamo e dove volgeremo lo sguardo.